Cerca articoli da leggere

Leggi un post cercando per tag - Articoli o Guide

Cerchi materiale gratuito?

Qui è tutto Gratis!

Visita i migliori siti web

Cerchi un buon tool online gratuito? Qui ne troverai tantissimi. Questi sono i migliori siti web con servizi gratuiti.

Un po' di svago?

Guarda un film o un breve video oppure oscolta della musica o gioca online
Credit per questo slider

Migliori strumenti per la privacy e dati personali su Internet

Migliori strumenti per la privacy e dati personali su Internet
Fonte immagine occhio: https://pixabay.com/it/photos/lo-spionaggio-occhio-spia-4270361/


Suggerimenti per navigare sicuri stando attenti ai dati personali che lasciamo in rete


Oggigiorno gran parte della popolazione mondiale naviga in rete lasciando una sterminata quantità di dati digitali, la maggior parte di questi dati sono informazioni personali. Tutti o quasi tutti usiamo smartphone e PC per controllare il nostro conto bancario, fare acquisti online, lavoro o per studiare. Chi solamente per comunicare con amici e parenti e chi invece si tuffa in rete esclusivamente per condividere sui Social Network momenti della propria vita in "estrema leggerezza". Vi chiedo scusa se dicendo questo offendo qualcuno di voi. Molti di questi sono minorenni ignari dei possibili pericoli. Come nel mondo reale, anche su Internet bisogna muoversi con cautela. Iniziamo tutti a farlo con più consapevolezza e utilizzando i migliori strumenti per la privacy nell'era digitale.


“Affermare che non si è interessati al diritto alla privacy perché non si ha nulla da nascondere è come dire che non si è interessati alla libertà di parola perché non si ha nulla da dire.”

EDWARD SNOWDEN


La strada da percorrere è lunga e tante sono le cose da apprendere. Io non sono un esperto in questo campo ma mi piace tanto informarmi. Su questa premessa proverò a spiegarti come stanno le cose. Inizieremo insieme questo cammino dai termini che molto spesso usiamo quando parliamo di privacy e di protezione dei dati personali, i quali fermamente interconnessi ma fondamentalmente diversi.
Il primo si riferisce al diritto alla riservatezza delle informazioni personali e della vita privata dell'individuo. La protezione dei dati sensibili è invece un sistema di trattamento degli stessi che identifica in modo diretto (ad esempio: il tuo nome e cognome, immagini, ecc.)  o indirettamente (ad esempio: il codice fiscale, l'indirizzo IP, il numero di targa) un individuo.

Delle norme si applicano a tutte le aziende ed organizzazioni che offrono beni o servizi fuori e dentro l'EU, online tramite sistema informatico o su carta. L'azienda o l'organizzazione ha il permesso di raccogliere o riutilizzare le tue informazioni personali chiedendoti il consenso.
Anche questo blog deve rispettare tali norme. "Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR 2018) in vigore dal 25 Maggio 2018 stabilisce le nuove regole per trattare i Dati Personali all’interno della Comunità Europea e disciplinare l’esportazione dei Dati Personali al di fuori dei confini UE..." Leggi tutto - leggi anche la Politica dei cookie e GDPR di questo blog.

Alla tua privacy ci pensa "Il Garante per la protezione dei dati personali (GPDP); un'autorità amministrativa indipendente istituita dalla cosiddetta legge sulla privacy (legge 31 dicembre 1996, n. 675), poi disciplinata dal Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003 n. 196), come modificato dal Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101. Quest’ultimo ha confermato che il Garante è l’autorità di controllo designata anche ai fini dell’attuazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati personali (UE) 2016/679 (art. 51)." Guarda il video del Garante su YouTube.

Questa è la legge. Ma sapevi che - La Sorveglianza globale di massa continua sempre più ad espandersi in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in altri paesi occidentali?
Del Spionaggio dei provider Internet (ISP) che spesso registrano i tempi di connessione, i metadati e le richieste DNS, che fornisce loro ogni sito web che visiti (compreso questo)?
In molti paesi questo non è solo legale, ma obbligatorio. La legge obbliga i fornitori di Internet e le società di telecomunicazioni a conservare e archiviare le informazioni generate dai clienti che chiamano, inviano messaggi di testo o utilizzano Internet.

Sapevi che gli Annunci e Tracciamento dannoso da parte di siti web che ospitano pubblicità invasive sono in aumento?
I popup e gli annunci pericolosi possono fornire malware e impadronirsi letteralmente del dispositivo per un riscatto ( ransomware ). Questo tipo di annunci dannosi forniti tramite reti pubblicitarie di terze parti, possono persino essere ospitati sui principali e sicuri siti Web. Il malware viene distribuito attraverso più reti pubblicitarie utilizzando una serie di vulnerabilità come ad esempio Adobe Flash Player, Microsoft Silverlight, Java. Quando colpiscono gli utenti, reindirizzano la pagina ai server che ospitano il malware, che include Angler Exploit Kit diffuso da criminali informatici. Quel kit tenta di trovare qualsiasi backdoor possibile nel computer di destinazione, dove installerà un software in stile cryptolocker, il quale crittografa il disco rigido dell'utente e richiede poi il pagamento per sbloccarlo.

In questo i plug-in del browser (come gli ad blockers per il blocco o filtraggio della pubblicità) possono proteggere i dispositivi da attacchi di questo tipo, oltre a rendere più veloce l'esperienza di navigazione sul web e risparmiando la batteria su dispositivo mobile. Ma non basta per navigare tranquillamente senza essere spiati al 100%. La maggior parte dei siti Web e degli annunci include software che cerca di identificarti. Vogliono monitorare ogni tua mossa attraverso il web!

Ma perché tutto questo? L'obbiettivo finale credo sia chiaro a tutti, i dati generati da tutti noi valgono tanti soldi, è questo il motivo principale per cui la privacy online è sempre sotto attacco.

E poi c'è La Censura - Internet sta diventando sempre più meno libera a causa degli sforzi di censura e del blocco dei contenuti. Che si tratti di paesi come la Cina o la Germania, le autorità stanno lavorando duramente per censurare i contenuti online.

Ma allora cosa bisognerebbe fare per difendersi?


I migliori browser e motori di ricerca privati

Questo è molto semplice. Basta usare il cervello e i giusti strumenti a tutela della privacy. Se vogliamo navigare tranquilli, facciamolo iniziando ad evitare i tracker. Non far vedere ciò che cerchi, i siti web che visiti. Tutti i tuoi dati saranno utilizzati per gli annunci che ti seguiranno in Internet.
Un browser sicuro che protegge la tua privacy è uno strumento fondamentale per restare al sicuro online e proteggere i tuoi dati da terze parti.

Se non adeguatamente configurati, la maggior parte dei browser contengono enormi quantità di informazioni private che potranno potenzialmente essere sfruttate  o semplicemente raccolte da terze parti:

Cronologia di navigazione: tutti i siti Web visitati da te
Credenziali di accesso: nomi utente e password
Cookie e tracker: vengono inseriti nel tuo browser in uso dai siti visitati
Informazioni di compilazione automatica: nomi, indirizzi, numeri di telefono, ecc.

Tieni presente che anche su un buon browser ben configurato potrebbe esserci ancora exploit che rivela i tuoi dati e la tua potenziale identità. A breve proverò a spiegarti come potresti navigare anonimo in Internet.

Prima però, per non creare confusione e nel caso tu non sapessi la differenza che c'è tra un web browser e un motore di ricerca:

  • Il Browser è un software installato sul computer indispensabile per accedere ad Internet. Se non installi uno sul tuo PC non potrai accedere a Internet. Quelli più noti e usati sono sicuramente Internet Explorer (preinstallato in Windows), Google Chrome,  Mozilla Firefox, Safari e Opera.
  • Un Browser si appoggia a un motore di ricerca per trovare siti web da te digitati o anche per cercare di tutto come le immagini o i video. Quelli più usati sono: Google, Bing, Yahoo, Yandex, Ask (basato su domanda/risposta), Baidu e DuckDuckGo.



I Browser

Non posso ovviamente provare tutti i browser alternativi che affermano essere sicuri e adatti al nostro scopo. Comunque sia, per non perdere tempo a testarne di nuovi citerò qui quelli che io uso normalmente o che ho provato anche in passato.

Iridium è un browser leggero e sicuro basato su Chromium e configurato per una maggiore privacy. Questa è una delle migliori opzioni per tutti quelli che desiderano un browser in grado di supportare le estensioni di Chrome, avendo molta più privacy.
Nota: Iridium Browser non è disponibile per Android, iOS o altre piattaforme mobili.


Firefox è un famoso e ottimo browser sia per la privacy che per la sicurezza online sviluppato da Mozilla. Come Google Chrome è altamente personalizzabile ma soprattutto configurato per darti il ​​giusto livello di sicurezza e privacy che meriti.

Waterfox è uno dei più popolari fork di Firefox completamente personalizzabile, con telemetria e altri elementi eliminati per offrire agli utenti una maggiore privacy. L'unica cosa che Waterfox restituisce è il tuo sistema operativo e la versione del browser per verificare la presenza di aggiornamenti ai vari componenti.

Brave è  basato su Chrome. Per impostazione predefinita, blocca annunci e tracker ed è anche personalizzabile, veloce e ha una protezione integrata contro le impronte digitali del browser.

Questo è il mio preferito e forse quello più sicuro. Ti avevo infatti accennato come sia possibile navigare in Internet "completamente anonimo". Potresti farlo usando il browser Toruna versione modificata di Firefox che utilizza anche la rete Tor per impostazione predefinita. L'obiettivo primario del progetto Tor è proprio quello di fornire alle persone un accesso più sicuro e resistente alla censura su Internet, con tecnologie per rendersi anonimi e mantenere la privacy. Consente inoltre di ospitare servizi come siti Web in modo sicuro e anonimo ("servizi nascosti").
Se deciderai di provarlo dovrai stare attento quando modifichi le impostazioni del Browser Tor. Non smanettarci troppo poiché ciò potrebbe compromettere la tua privacy e le funzionalità di sicurezza integrate nel Browser Tor.

Ma cos'è Tor? "The Onion Router project"

TOR gestisce una rete progettata per migliorare la privacy personale e aumentare l'anonimato online mascherando il traffico Internet, oltre a impedire ai domini online di raccogliere informazioni su di te e sulle tue abitudini di navigazione. Navigherai anche tu nel "Deep Web", dove tutti gli indirizzi web finiscono con il .onion - i quali non vengono indicizzati dai classici motori di ricerca standard.
Questa rete viene principalmente utilizzata da persone che tengono tanto alla privacy, da giornalisti, da persone che evitano la censura, da aziende e da commercianti di materiale clandestino.

Come funziona?

Tor utilizza relay (più di settemila) e nodi (Tor Hidden Services Directories) gestiti da volontari per mascherare il tuo traffico e la vera origine del tuo indirizzo IPÈ possibile che alcuni di questi nodi possano essere gestiti da ricercatori, forze dell'ordine o agenzie statali che tentano di bloccare l'accesso a servizi nascosti. La rete è fatta di tunnel piuttosto che da una linea diretta con i siti web che visiti. Invece di inviare pacchetti di dati direttamente a un server, queste informazioni vengono fatte rimbalzate su diversi punti di inoltro. In questo modo, la rete ti aiuta a camuffare la tua impronta digitale.

Tor è in grado di crittografare i miei dati e tutto il mio traffico?

Tor è solo un anonimizzatore del traffico e non crittografa il tuo traffico. Usa anche una rete privata virtuale (VPN) oltre a Tor; evita tutti i siti Web basati su HTTP e non su HTTPS (se disponibile).

Se vuoi anche tu rendere anonimo il tuo traffico, fallo, ma per attività che richieda un'elevata velocità di Internet come ad esempio il torrenting, questa non è proprio la soluzione giusta.
Per maggiori informazioni ti invito a leggere la mia guida "Come navigare anonimi su Internet grazie a Tor browser"; dove ti spiegherò come iniziare e cosa non fare per perdere l'anonimato.

Nota: Tor Browser da solo non è sufficiente per la navigazione anonima. Utilizzare anche una buona VPN (rete privata virtuale) ti aiuterà a proteggere la tua privacy, proteggere i tuoi dispositivi e anche accedere a contenuti bloccati / censurati online.

A mio avviso le migliori sono:
NordVPN - per navigare anonimi in Internet


Surfshark VPN per la navigazione anonima in Internet

I vantaggi di instradare il tuo traffico attraverso una VPN sicura prima della rete Tor

  • Il tuo vero indirizzo IP rimane nascosto dalla rete Tor
  • Il tuo provider Internet non sarà in grado di vedere che stai utilizzando Tor (perché il tuo traffico viene crittografato tramite un server VPN).
  • La VPN potrebbe vedere il tuo indirizzo IP e Tor potrebbe vedere il tuo traffico (i siti che visiti), ma nessuno dei due avrebbe sia il tuo indirizzo IP che le attività di navigazione.

Come dicevo prima, ci sono molti altri browser sul mercato. La scelta del migliore dipende dalle tue esigenze e dai tuoi gusti. Browser come Chrome, Opera e Safari ricevono una certa attenzione dalla massa e sono ovviamente tutti degli ottimi prodotti ma non sono sicuramente la scelta migliore dal punto di vista della privacy.
Hai installato il tuo browser ideale? Bene, inizia subito a fare le tue ricerche con un buon motore di ricerca privato.

Ma prima...

La gestione delle password


Molte persone memorizzano le proprie password direttamente nel browser in uso, questo può essere assai rischioso. Un errore ancor peggiore è quello di usare la stessa per accedere a più account. Se usi la stessa parola d'ordine per tutti i tuoi account, in caso di violazione dei dati, un hacker avrà una chiave principale per accedere a tutto. La cosa migliore da fare è appunto quella di creare password forti e univoche.
La difficoltà sta proprio nel ricordarle tutte, e se devono essere complesse l'impresa è ardua.
Non serve una memoria da elefante, basta un gestore di password.

Quale gestore usare?

Gratis e per tutte le piattaforme, KeePass (nessuna installazione richiesta) è una delle soluzioni migliori.

Bitwarden, anche questo è multi-piattaforma e dispone di un piano personale gratuito. Questa azienda ha sede negli Stati Uniti, è soggetta alla legge statunitense, che è meno rispettosa della privacy rispetto ad altri paesi.

In alternativa c'è poi LastPass, è multi-piattaforma (sempre con sede in USA) e offre anche un piano personale gratuito inclusa una prova di 30 giorni al piano Premium.

Puoi anche creare da te pass crittograficamente sicure con Password Tech (precedentemente noto come PWGen).



I motori di ricerca


L'utilizzo di un motore di ricerca può rivelare informazioni altamente personali su di te, a seconda di ciò che stai cercando. Le informazioni raccolte possono quindi essere utilizzate per colpirti con annunci mirati o per venderli a terzi. I grandi come Google, Yahoo, Yandex e Bing tracciano le tue ricerche costruendo un profilo utente per i loro partner pubblicitari. Un buon Motore di ricerca privato non tiene traccia dei dati e fornisce i risultati di ricerca con maggior protezione e riservatezza.
I migliori motori di ricerca alternativi sono:

Homepage di Swisscows motore di ricerca privato



Swisscows è un motore di ricerca privato con sede in Svizzera che tiene alla privacy e alla sicurezza degli utenti.
Dalla pagina "About" del sito leggiamo: "Non salviamo i tuoi dati!
Poiché non raccogliamo MAI i tuoi dati, non tracciamo nemmeno MAI i tuoi dati! Rispettiamo la tua privacy! Da Swisscows rimani anonimo al 100%!

Google vi segue a ogni passo, ma non per amore.

Google vi controlla e sulla base dei dati e delle informazioni raccolte sa esattamente dove siete stati, dove siete. Le vostre impronte digitali sono reperibili ovunque nella rete. Questi dati vengono venduti – Swisscows NON lo fa!

Google influenza la vostra vita e prende decisioni per voi. In Google siete marionette in carne e ossa.

Il vostro comportamento viene controllato, memorizzato e poi analizzato. Per questo ricevete elenchi di risultati ed esiti delle ricerche che sono manipolati e adattati, Swisscows NON lo fa!
Swisscows è il motore di ricerca anonimo in Svizzera. Nessun controllo. Nessuna memorizzazione dei dati.
1.abbiamo un server dedicato e non lavoriamo con un cloud o con fornitori terzi!
2.abbiamo un DataCenter nelle Alpi svizzere – che è il bunker più sicuro in tutta Europa!
3.abbiamo posizionato tutto geograficamente al di fuori dell’UE e degli USA."

Non solo non traccia tutte le tue attività ma sta bene attento a non restituire risultati di ricerca con contenuti a sfondo sessuale e/o pornografico. Questo è tutto a vantaggio per la sicurezza dei bambini.


motore di ricerca privato con sede in Francia per la navigazione anonima


Qwant è un altro motore di ricerca privato con sede in Francia. Fornisce principalmente risultati di ricerca da Bing.
Ha buoni filtri di ricerca per avere risultati in base a diverse categorie e filtri per data di pubblicazione. La homepage di Qwant include anche notizie, personaggi di tendenza, eventi e altre notizie di interesse.

Sul sito di Qwant leggiamo: "Quando utilizzi Qwant come motore di ricerca, non inseriamo alcun cookie nel tuo browser che possa consentire a noi o ad altri di riconoscerti o di seguirti ovunque su Internet. Non utilizziamo alcun dispositivo di tracciamento (pixel, impronte digitali ...). Non raccogliamo e non memorizziamo alcuna cronologia o le tue ricerche. Quando effettui una ricerca, la tua query viene immediatamente resa anonima essendo dissociata dal tuo indirizzo IP, in conformità con quanto consigliato dal titolare del trattamento dei dati francese. Per farla breve, quello che stai facendo con Qwant fa parte della tua privacy e non vogliamo saperlo."


navigare in privato con DuckDuckGo - motore di ricerca privato con sede in USA


DuckDuckGo è un motore di ricerca creato da Gabriel Weinberg nel 2008 con sede negli Stati Uniti, in grado di generare risultati di ricerca da oltre 400 fonti; incluso Yahoo! Search BOSS, Wolfram Alpha, Bing, Yandex, il proprio web crawler (DuckDuckBot) e altri.
DuckDuckGo (abbreviato anche in DDG) enfatizza la protezione della privacy degli utenti, distinguendosi dagli altri search engine non profilando i propri utenti e mostrando a tutti gli utenti gli stessi risultati di ricerca per un dato termine di ricerca.
Il nome della società è un riferimento al gioco per bambini "duck, duck, goose."

Dalla pagina Privacy del sito leggiamo: "In altri motori di ricerca, quando si esegue una ricerca e quindi si fa clic su un collegamento, i termini di ricerca vengono inviati a quel sito su cui si è fatto clic (nell'intestazione del referrer HTTP ). Chiamiamo questa condivisione di informazioni personali "perdita di ricerca".
Ad esempio, quando cerchi qualcosa di privato, condividi quella ricerca privata non solo con il tuo motore di ricerca, ma anche con tutti i siti su cui hai fatto clic (per quella ricerca).
Inoltre, quando visiti un sito, il tuo computer invia automaticamente informazioni su di esso a quel sito (compreso il tuo User agent e indirizzo IP ). Queste informazioni possono spesso essere utilizzate per identificarti direttamente.

Quindi, quando esegui quella ricerca privata, non solo gli altri siti possono conoscere i tuoi termini di ricerca, ma possono anche sapere che li hai cercati. È questa combinazione di informazioni disponibili su di te che solleva problemi di privacy.

DuckDuckGo impedisce la perdita di ricerca per impostazione predefinita. Invece, quando fai clic su un collegamento sul nostro sito, instradiamo (reindirizziamo) quella richiesta in modo tale che non invii i tuoi termini di ricerca ad altri siti. Gli altri siti sapranno comunque che li hai visitati, ma non sapranno quale ricerca hai inserito in precedenza .In alcuni altri motori di ricerca (inclusi noi), puoi anche utilizzare una versione crittografata ( HTTPS ), che come sottoprodotto di solito non invia i tuoi termini di ricerca ai siti..."

Le ricerche vengono salvate da DuckDuckGo?
Si, salva tutte le tue query di ricerca: "Salviamo anche le ricerche, ma ancora una volta, non in modo identificabile personalmente, poiché non memorizziamo indirizzi IP o stringhe di User agent univoche."


Per conoscere altri ottimi motori privati leggi il mio articolo - Motori di ricerca alternativi per la tutela della propria privacy.

Un motore di ricerca anche se privato, da solo, non basta per mantenere al sicuro tutti i tuoi dati.


Mantieni private il più possibile le tue ricerche


Come detto precedentemente, dovrai anche usare un buon browser privato e sicuro come  Iridium e Firefox per proteggere i tuoi dati da terze parti. Se poi utilizzi anche un buon servizio VPN, sarai protetto dai motori di ricerca che registrano il tuo indirizzo IP e la tua posizione, crittografando e rendendo anonimo il tuo traffico sostituendo anche il tuo indirizzo IP e la tua posizione con quelli del server VPN a cui sei connesso. Come suggerito prima, a mio avviso le migliori sono Surfshark e NordVPN.

Ho già anche fatto presente come la pubblicità visualizzata sullo schermo può rallentano la navigazione sul web e che può benissimo minare seriamente la tua privacy e sicurezza. Inutile dire che tutti o quasi i siti web ne fanno uso per guadagnarci qualcosina. Questo è giusto perché se così non fosse nessuno o quasi si metterebbe a scrivere per te. Niente più video da visualizzare e musica da ascoltare gratis. Tutto questo però ha un prezzo.

Di solito i software di tracciamento (tracker) consentono alle reti pubblicitarie di costruire un profilo più o meno dettagliato su di te. Questo tuo profilo potrà contenere informazioni personali come la tua età, la tua posizione geografica, cosa ti piace guardare online e tanto altro. Si, in realtà sono tutti o quasi strumenti di sorveglianza usati per l'abuso della tua privacy.

Ma se pensi che questo sia tutto ti sbagli. Infatti, anche solo visitando un sito web senza necessariamente cliccare su un annuncio rischi di beccarti un malware. Malvertising è il termine che sta a significare proprio questo. Diffondere malware tramite annunci infetti.

Il malvertising non è un concetto nuovo per la diffusione di malware e può essere estremamente difficile da combattere perché può inserirsi silenziosamente in una pagina web o in una pubblicità su una pagina web e diffondersi inconsapevolmente visto che non richiede una qualsiasi azione da parte dell'utente (come ad esempio il clic) per compromettere il sistema e non sfrutta alcuna vulnerabilità sul sito Web o sul server da cui è ospitato. Le infezioni trasmesse tramite questo viaggiano silenziosamente attraverso le pubblicità delle pagine Web. Quando gli editori Web incorporano inconsapevolmente annunci danneggiati o dannosi nella loro pagina, i computer possono essere infettati prima del clic e dopo il clic. Un buon esempio di post-clic è quando l'utente fa clic sull'annuncio per visitare il sito pubblicizzato e viene invece direttamente infettato o reindirizzato a un sito dannoso.

C'é poi da dire che la gran parte dei navigatori preferisce lo smartphone (i giovani in primis.) Quest'ultimi vengono particolarmente colpiti. Basti pensare che sul telefono cellulare gli annunci vengono visualizzati non solo nel browser, ma anche in molte applicazioni mobili. Questi possono utilizzare molta larghezza di banda e dati mobili, riducendo anche di parecchio la durata della batteria poiché il telefono è costretto a scaricare più risorse.

Gli Ad Blockers per il blocco o filtraggio della pubblicità possono aiutare tantissimo.

Nota: non affidarti a un qualsiasi Ad Blocker solo perché gratuito o di grande fama. Programmatori di estensioni gratuite per il blocco della pubblicità potrebbero (o lo fanno già) escogitare modi ingegnosi per guadagnare denaro dall'utilizzo del loro prodotto.

Cos'è un Ad Blocker?

Uno strumento per il blocco degli annunci che gli impedisce di apparire su una pagina web e di tracciarti. Ne trovi con diverse caratteristiche da installare sul browser in uso e magari ne hai già provata qualcuna. Questo tipo di estensioni bloccano sul nascere la pubblicità presente su una pagina web utilizzando elenchi di filtri per sapere quali annunci e tracker bloccare o far passare.

Quale dovrei usare?

Secondo me, i migliori da installare sono 🔗AdGuard e 🔗uBlock Origin.


Estensione del browser per bloccare gli annunci intrusivi e il monitoraggio online e per proteggere il computer dai malware

AdGuard ad blocker blocca gli annunci intrusivi e pop-up, il monitoraggio online e protegge il tuo computer dai malware. Blocca anche tutti i tipi di pubblicità su pagine web come Facebook, YouTube, ed altri.

Oltre al blocco degli annunci, AdGuard offre funzionalità come il controllo genitori, la protezione dal phishing e la protezione dall'anonimato ed un servizio VPN. Puoi utilizzare questo strumento (a pagamento) anche su dispositivi Windows , Mac , Android e iOS .

Installa subito l'estensione per Chrome o per Firefox, Safari, Edge, OperaYandex.Browser.

Un altro ottimo prodotto è il DNS gratuito per il blocco degli annunci.

"AdGuard DNS" è un modo infallibile per bloccare gli annunci Internet che non richiede l'installazione di alcuna applicazione. È facile da usare, assolutamente gratuito, facilmente configurabile su qualsiasi dispositivo e fornisce le funzioni minime necessarie per bloccare annunci, contatori, siti Web dannosi e contenuti per adulti."

Ti ricordo che anche quando utilizzi un servizio DNS di terze parti, il tuo provider Internet può comunque vedere ogni sito web che visiti. Per rimediare a questo dovrai necessariamente pagare un servizio serio come quelli offerti da NordVPN Surfshark.


uBlock Origin blocca la pubblicità dalle pagine web

uBlock Origin è gratuito e open source e come AdGuard può essere personalizzato in vari modi, anche selezionando gli elenchi di filtri che utilizzerà durante il controllo del contenuto. uBlock Origin carica due elenchi di blocco degli annunci, il che significa che bloccherà praticamente tutti gli annunci che ti monitorano o meno.

Dalla Homepage leggiamo: "uBlock Origin non è un semplice “ad blocker“, bensì un blocker di contenuti ad ampio spettro che ha come caratteristica principale l’aumento dell’efficienza della CPU e della memoria ."

L’estensione uBlock Origin è disponibile per i browser maggiormente diffusi, tra cui Chrome, Chromium, Microsoft Edge, Opera, Firefox e tutte le versioni di Safari precedenti alla 13.0.

Puoi installare l'ultima versione dal Chrome Web Store o dai componenti aggiuntivi di Opera, Firefox, Edge e Safari (non è possibile che estensioni come uBlock Origin funzionino con Safari 13+).

Nota: "uBlock Origin" non è "uBlock", quest'ultimo è una sua evoluzione del blocco annunci originale il quale consente "annunci accettabili" in cambio del pagamento. Nel 2020, uBlock Origin è ancora gestito e sviluppato attivamente dal fondatore e sviluppatore principale Raymond Hill.

"Per beneficiare della maggiore efficienza di uBlock Origin non si dovrà utilizzare contemporaneamente altri blocchi di contenuti (come Adblock Plus, AdBlock)."

Tutti quelli che usano il già citato Browser Brave non dovranno installare niente. Brave (basato su Chromium) ha già integrate funzionalità di blocco degli annunci, privacy e sicurezza online. Vale però la pena di dire che Brave ha il proprio programma pubblicitario. Si, ti blocca la pubblicità degli altri per mostrarti la sua. L'utente può ovviamente abilitare o disabilitare questi annunci, ed è anche collegato a un programma di criptovaluta a "premi" (Brave Rewards - si basa sul Basic Attention Token (BAT).


Faccio bene a bloccare tutta la pubblicità dei siti e delle app?

Tu lavoreresti senza essere pagato? Direi proprio di no. Escludi chi merita dal monitoraggio.


Il tuo sistema operativo?


Tutto parte da qui.

Windows è senza dubbio il sistema operativo più usato al mondo. Ma a privacy come stiamo messi? L' ultima versione (Windows 10) è stata creata per la sorveglianza totale, in modo da offre alle aziende e ai governi l'accesso completo a tutto ciò che fai sulla tua macchina. Come se questo non bastasse, è ancora oggi il più bersagliato dai malware.

Mac OS dovrebbe essere migliore in termini di privacy rispetto a Windows. Ma anche Apple ha configurato i suoi sistemi operativi per raccogliere i dati privati degli utenti.

La soluzione migliore sarebbe quella di installare una versione del sistema operativo open source Linux. Ne esistono varie versioni per diversi tipi di utenti. Prova Ubuntu, Debian e Mint.

In alternativa potresti provare Tails, un sistema operativo portatile incentrato sulla privacy il quale può essere eseguito in tempo reale su un'unità USB, un CD o una scheda SD. Ogni cosa che farai su Internet con Tails passerà attraverso la rete Tor. Tor cifra e rende anonima la tua connessione facendola passare attraverso 3 relay. I relay sono server mantenuti da diverse persone e organizzazioni in tutto il mondo.

Tutte le info utili su come iniziare e come navigare in tutta sicurezza online li trovi direttamente sul sito ufficiale.


Servono anche dei buoni software antivirus e antimalware

Ogni giorno, l'AV-TEST Institute registra oltre 350.000 nuovi programmi dannosi (malware) e applicazioni potenzialmente indesiderate (PUA).

il grafico mostra 10 anni di test sui malware
Immagine presa da www.av-test.org

Molti prodotti antivirus gratuiti sono dotati di PUP (programmi potenzialmente indesiderati) come barre degli strumenti del browser e adware che potresti inavvertitamente installare mentre fai click durante il processo di installazione. Anche se non sono del tutto dannosi, potresti visualizzare annunci pubblicitari, un motore di ricerca diverso da quello in uso o  monopolizzare sistema. Bisogna dunque stare attenti quando si installa un software nella propria macchina. Fai il download sempre dal sito ufficiale del prodotto ed evita di installare versioni gratuite.

Come antimalware scarica e installa Malwarebytes

Forse dimentico qualcosa... 

Ah, ecco. In teoria, un software antivirus "potrebbe" essere utilizzato per aiutare le agenzie governative a raccogliere informazioni sugli utenti. Avendo privilegi di accesso molto elevati può vedere tutto ciò che è memorizzato su un computer. Leggi questo articolo su The Washington Post (in inglese).


Messaggi sicuri e crittografati

Migliori alternative provider di posta elettronica e app di messaggistica

I più blasonati provider di posta elettronica cosa sanno di te?

Colossi come Gmail, Outlook, Yahoo e iCloud in tema di privacy non sono la giusta scelta. Chi più chi meno avendo accesso alle tue email, raccoglie dati per inviarti annunci mirati e potrebbero passare a terzi info personali. Non va poi sottovalutata la posizione geografica del servizio perché sono diverse le leggi sulla privacy dei dati. 

Difficilmente un unico servizio di posta elettronica più sicura soddisfa tutti. Potresti dare la tua priorità alla massima sicurezza o alla praticità con una app user-friendly per tutti i dispositivi. Qualunque sia la tua esigenza, qui troverai sicuramente il servizio e-mail più adatto a te.

Tutanota

Tutanota è un servizio di posta elettronica sicuro con sede in Germania gestito da un piccolo team di appassionati della privacy, non ci sono investitori o proprietari esterni. Utilizza il proprio standard di crittografia che incorpora AES e RSA non includendo il supporto per PGP, IMAP, POP o SMTP. La crittografia delle e-mail utilizza chiavi di crittografia per rendere illeggibile il contenuto di un'e-mail a tutti tranne che al mittente e al destinatario. Pertanto, la crittografia end-to-end delle e-mail protegge le informazioni sensibili da occhi indiscreti crittografando nomi di mittenti e destinatari, oggetto di un'e-mail, corpo di un'e-mail, allegati di un'e-mail.

Tutanota è anche gratuito con un 1GB di spazio.

ProtonMail

ProtonMail è un servizio di posta elettronica con sede in Svizzera che gode di un'ottima reputazione nella comunità della privacy. È stato avviato da un team di ingegneri e sviluppatori con l'obiettivo di una visione condivisa orientata a proteggere le libertà civili online. A differenza di Tutanota, utilizza gli standard di crittografia PGP per la posta elettronica e archivia tutti i messaggi e gli allegati crittografati su server svizzeri.

Anche ProtonMail offre un servizio gratuito con 500MB di spazio.

Altri servizi sicuri sono: mailbox.org (sede in Germania) e ctemplar.com (sede in Islanda)


Leggi anche: 

email usa e getta: Come registrarsi nei siti in modo anonimo ed evitare lo spam


E le App più sicure?

Aggiornamento privacy WhatsApp 2021 screenshot

Qui è un po' difficile suggerire un'app di messaggistica gratuita che sia anche sicura e abbia un numero sufficiente di utenti, ma non c'é solo WhatsApp.

Nessun complotto dietro al messaggio. Aggiornamento dei nuovi termini e informativa sulla privacy in vigore dal 15 maggio 2021.

Tanto allarmismo da parte di milioni di utenti dopo aver ricevuto un avviso di conferma indispensabile per continuare a utilizzare l'applicazione.

"WhatsApp sta aggiornando i propri termini e l'informativa sulla privacy" - "Toccando “accetto”, accetti i nuovi termini e l'informativa sulla privacy, che entreranno in vigore l'8 febbraio 2021. Dopo questa data, dovrai accettare questi aggiornamenti per continuare a utilizzare WhatsApp".

Cosa cambia per l'Italia e il resto dell'EU?

In fatto di privacy in Europa vigono regole più rigide grazie alla GDPR entrata in vigore nel 2018, la quale impedisce ad aziende come WhatsApp la condivisione dei dati degli utenti europei con le altre app del gruppo Facebook e Instagram di Mark Zuckerberg.

"Non ci sono modifiche alle modalità di condivisione dei dati di WhatsApp nella Regione europea (incluso il Regno Unito) derivanti dall’aggiornamento dei Termini di servizio e dall’Informativa sulla privacy". E ancora: "Per maggiore trasparenza, abbiamo aggiornato l’informativa sulla privacy per chiarire che, in futuro, le aziende potranno scegliere di avvalersi di servizi di hosting sicuro forniti dalla nostra società madre Facebook, per gestire le comunicazioni con i loro clienti su WhatsApp. Naturalmente, spetta sempre all’utente decidere se vuole o meno comunicare con un’azienda su WhatsApp". Leggi la faq

Chi volesse abbandonare, o semplicemente provare una nuova app sicura (milioni di persone lo stanno già facendo in questi giorni), la scelta migliore sarà Telegram e Signal.

Telegram

Telegram Messenger è stato creato dai fratelli Nikolai e Pavel Durov nel 2013. L'azienda ha sede a Londra, con il team di sviluppo con sede a Dubai. Ha un sistema ibrido per la memorizzazione dei tuoi dati. Per impostazione predefinita, tutti i dati dei messaggi vengono archiviati sul dispositivo. Tuttavia, puoi rimuovere i dati da questa cache locale e archiviarli sui server di Telegram (sparsi in tutto il mondo).

Per installare l'app fai il download e registrati tramite numero di telefono. Il procedimento è simile a WhatsApp e Signal Messenger, che richiedono anche un numero di telefono per utilizzare il servizio. Puoi scaricare l'app da Google Play Store, App Store, Windows Phone o le versioni App Desktop direttamente dal sito Web ufficiale Telegram (Windows,Mac OS,Linux (64 bit e 32 bit),Browser web).

Nota: Per utilizzare l'app desktop, Telegram deve essere prima installato sul telefono.


Telegram ha funzionalità molto interessanti.

1) I Canali: ti consentono di trasmettere messaggi a un numero illimitato di utenti Telegram. Puoi creare un tuo canale per condividere di tutto. Il canale ufficiale di questo blog è t.me/tantilink

Per trovare tantissimi canali, gruppi e bot da seguire visita il sito Web - Telegram Italia

2) I Gruppi: I gruppi di Telegram possono avere fino a 200.000 membri ciascuno e sono strumenti di comunicazione di massa molto utili. Se rispetti le regole dei gruppi potrai farti tanta pubblicità.

3) Bot: i bot sono programmi per computer che possono essere eseguiti in Telegram. Se hai un buon livello di capacità di programmazione può scrivere e pubblicare il tuo.

4) Telegram Passport: con Telegram Passport archivi i tuoi documenti di identità sui server di Telegram. Una volta archiviati qui, puoi condividerli facilmente con servizi che richiedono ID reali.

5) Instant View: Instant View (non disponibile nella versione desktop) è un sistema per la visualizzazione di articoli da tutto il Web senza tempi di caricamento. Se ricevi un link tramite Telegram, puoi toccare il pulsante Visualizzazione istantanea per vedere immediatamente una versione della pagina che è stata ottimizzata per la visualizzazione in Telegram.

6) Puoi inviare messaggi, foto, video e file di ogni tipo (doc, zip, mp3, etc.). Puoi accedere ai tuoi messaggi da diversi dispositivi contemporaneamente, inclusi tablet e computer, e condividere un numero illimitato di foto, video, e file fino a 2 GB ciascuno.


Quanto è sicuro Telegram?

Se leggi la sua FAQ avrai tutte le risposte. Proverò comunque a darti una risposta.

La crittografia E2E (end-to-end) per impostazione predefinita non viene applicata, le chat su Telegram (solo le chat segrete vengono crittografati end-to-end con una chiave detenuta solo dai partecipanti alla chat, sono diverse da quelle utilizzate per le chat cloud) sono crittografate in modo sicuro durante il transito tra il tuo dispositivo e i suoi server. Una volta che un messaggio di chat arriva ai server di Telegram, viene crittografato utilizzando MTProto. In questo caso, Telegram potrebbe leggere i dati della chat Cloud Chat per indagare sullo spam e su altre violazioni dei Termini di servizio, poiché gestisce la crittografia / de-crittografia dei messaggi sui server. Telegram può raccogliere una discreta quantità di informazioni personali , che può conservare fino a 12 mesi. Metadati come il tuo indirizzo IP,il tipo di dispositivo usato con Telegram, la cronologia delle modifiche al nome utente, ecc. 

I servizi di messaggistica sicura come Signal, applicano la crittografia E2E a tutte le comunicazioni per impostazione predefinita. Il servizio non sarà in grado di leggere i messaggi. Solo il mittente e il destinatario possono leggere i messaggi crittografati E2E.


Signal

Nel 2013 Moxie Marlinspike (vero nome Matthew Rosenfeld) ha fondato Open Whisper Systems per sviluppare l'app e il protocollo Signal. Nel 2018, Marlinspike e Brian Acton hanno fondato Signal Messenger.

Dalla homepage leggiamo: "La crittografia State-of-the-art end-to-end (sviluppata dal Protocollo Signal open source) mantiene le tue conversazioni al sicuro. Non possiamo leggere i tuoi messaggi o ascoltare le tue chiamate, e nessun altro può farlo. La privacy non è un'opzione: è ciò su cui si basa Signal. Ogni messaggio, ogni chiamata, sempre".

Come con Telegram, anche quando utilizzi Signal i tuoi dati vengono archiviati in forma crittografata sui tuoi dispositivi. Le uniche informazioni memorizzate sui server Signal per ogni account sono il numero di telefono con cui ti sei registrato, la data e l'ora in cui ti sei unito al servizio e la data in cui hai effettuato l'ultimo accesso.

Per installare l'app fai il download e registrati tramite numero di telefono. Per Android o da qui (per utenti avanzati), iPhone & iPad, Windows, Mac e Linux dal sito ufficiale Signal

Nota: Per utilizzare l'app desktop, Signal deve essere prima installato sul telefono.

Visto che l'argomento principale di questo articolo e la privacy e la sicurezza online dei dati, il protocollo di messaggistica Signal è generalmente considerato in il più affidabile. Potrebbe essere un'ottima alternativa a WhatsApp e Facebook poiché i problemi di privacy aumentano. Vai al supporto Signal.

Anche qui potrai condividere massaggi testo, messaggi vocali, foto, video, GIF e file. Fare chiamate e videochiamate, creare un gruppo e le chat di gruppo (lanciato da poco).

Inutile andare oltre. Ti posso solo suggerire di provarne una.

E poi, siamo entrambi un po' stanchi. Sei arrivato fin qui e questo vuol dire che ci tieni veramente tanto alla tua privacy. Oppure sei più matto di me?


Comunque sia, eccoti una brevissima sintesi.


1) Browser e motori di ricerca privato

2) Pagare per un buon servizio VPN (evita quelle gratuite)

3) Un buon AdBlock

4) Se possibile, installa un sistema operativo più rispettoso della privacy

5) Usa un antivirus e un antimalware scaricato dal sito ufficiale ed evita la versione gratis

6) Usa servizi migliori di posta elettronica e app di messaggistica

7) Usa sempre il cervello. Se fai cazzate ti beccano ugualmente. Usa queste informazioni per navigare più libero.


Oggi chiudo così: "Basta darsi una guardatina intorno per rendersi conto: il dialogo, la solidarietà umana, il bisogno di agorà, il dividersi ogni giorno le gioie e i dolori, sono tutte prerogative dei popoli poveri, così come la privacy è figlia naturale della ricchezza".-  Luciano De Crescenzo

Se questo articolo ti è stato utile ti prego di commentare e condividere. Grazie!




Nessun commento:

Posta un commento

Per commentare potete usare un account Google / Gmail oppure in anonimo. Si prega di non inserire link cliccabili nei vostri commenti. Il vostro intervento dovrà essere il più pertinente possibile all' articolo in questione. Seleziona "Inviami notifiche" per ricevere via email un avviso di risposta.